Vincitori 2018

BANNER faber vincitori
gaming

Live Action e Animazione

Raggiungerci è una scoperta

Acito Domenico

Per Bibliomediateca Mario Gromo, Museo Nazionale del Cinema: Raggiungerci è una scoperta ( (2017) 1’24” di Domenico Acito, Andrea Berardi, Francesca De Toni, Giulia Manna, Maria Nocerino. Lo spot, rivolto ai giovani, promuove uno dei centri di documentazione sul cinema e la fotografia più prestigiosi d’Europa per vastità e varietà del suo patrimonio.

Visualizza l’opera

 

Termine Minimo di Conservazione

Altieri Leonardo

Per Banco Alimentare del Piemonte onlus: : Termine Minimo di Conservazione ( (2017) 1’9”

Visualizza l’opera

 

Aprire l’istituzione non è aprire una porta, ma la nostra testa

Auditore Giulia

Per Regione Piemonte, Assessorato Cultura: Aprire l’istituzione non è aprire una porta, ma la nostra testa (2017) 1’35” di Giulia Auditore, Matteo Ricci, Elena Sorrentino e Marta Treccani. 1977: viene abbattuto il muro di cinta del manicomio di Collegno. 1978: la legge Basaglia porta alla chiusura di tutti i manicomi in Italia. Lo spot suggerisce come un luogo di sofferenza e reclusione possa diventare spazio di aggregazione e di cultura.

Visualizza l’opera

 

Macula

Berti Daniela

Macula è ispirato al Mistero Buffo di Dario Fo e al teatro dell’assurdo. Il personaggio principale è il giullare che, attraverso il suo sguardo, ci regala una nuova idea del quotidiano. Il video, che è l’insieme delle visioni del giullare, non è altro che una selezione di inquadrature, una scelta di visioni particolari per un cambio di prospettiva. Un dialogo tra teatro ed animazione, trasformando il corpo dell’attore a teatro nello sguardo del video.

Visualizza l’opera

 

Potere al WEB amico

Binetti Sara

Per Salone Internazionale del Libro e Associazione “Se Non Ora Quando?”: Potere al WEB amico (2017) 1’16” di Sara Binetti, Melania Campanaro, Sara Crippa, Francesco Corrado, Andrea Parisella. Video animato contro la violenza sessista sui social network, indirizzato ai ragazzi.

Visualizza l’opera

 

Frank

Di Piramo Filippo

Ogni volta che Frank guarda se stesso cade in uno stato di alienazione mentale: entra dentro il suo Io e viene tormentato dalle paranoie che infestano la sua mente.

Visualizza l’opera

 

Engine of Time

Locci Ilenia

INTRODUZIONE: “Engine of Time” è un cortometraggio d’animazione 3D e 2D che rappresenta un’allegoria dell’essenza della vita e del tempo. La voce di Riccardo Peroni (noto soprattutto per aver doppiato il personaggio del Joker nella serie animata di Batman e di Oscar in Dragon Ball) vi accompagnerà in questa storia singolare. PRESENTAZIONE: Engine of Time è un cortometraggio d’animazione 3D e 2D che rappresenta un’allegoria dell’essenza della vita e del tempo. In questa narrazione atemporale si riportano gli avvenimenti di un meccanismo che, incessante, coinvolge l’intero Pianeta Terra. Metaforicamente parlando, gli abitanti che lo abitano sono delle componenti fondamentali che costituiscono la sorgente d’energia del Motore del Tempo. Il Pianeta è il mondo ideale dove umani e robot, custodi e detentori di segreti millenari, utilizzano a fin di bene l’eredità della conoscenza. Consapevoli del profondo legame con l’Universo, essi sostengono insieme i pilastri dell’esistenza, proteggendo la vita. Il corso della vita è racchiuso in un ciclo infinito di avvenimenti: gli abitanti della Terra utilizzano degli ingredienti per creare, con l’aiuto di marchingegni, dei semi preziosi. Questi, poi, vengono trasportati sullo strato più esterno dell’atmosfera per proseguire il loro ciclo vitale. Qui si schiudono dando vita a piante che hanno per gemme le stelle. Esse fioriscono illuminando la volta celeste. Al sorgere dei primi raggi di sole sfioriscono e rilasciano nell’atmosfera atomi e cellule. Questi elementi fondamentali, cadendo dal cielo, giungono fino al suolo dei continenti e all’acqua degli oceani, fecondandoli e permettendo una rigenerazione dell’ecosistema. Anche in esso, gli elementi, come accade alle stelle, esauriscono la propria vita restituendosi al mondo e divenendo gli ingredienti per creare i semi preziosi, alimentando il ciclo infinito. In Engine of Time i primi abitanti si fecero Custodi del Tempo, scegliendo di conservare le memorie dell’Universo e costituendo un’armonica esistenza. Al mondo nulla può esistere da solo ma è frutto di un’intricata rete di connessioni e analogie, che si manifestano con ordine regolare in un moto del tempo che non può essere fermato. Con la vita nacque anche la coscienza dell’esistenza; la ricetta millenaria è la chiave del motore del tempo.

Visualizza l’opera

 

El Tercer Hombre

Mella Rodrigo

Un cortometraggio che unisce pittura, immagini d’archivio e live action per esplorare il ruolo dello spettatore.

Visualizza l’opera

 

Apertura Mentale

Passatore Piero

Ben oltre la polemica, la voce degli ASB dipingono la realtà sociale in cui viviamo in modo semplice e diretto, il metodo migliore per evitare il malinteso che alimenta il fuoco dell’opinione pubblica a volte distorta. A.S.B. lo fa in modo trasversale, a 360 gradi attraverso l’occhio di un mondo che si stringe, abbracciando tradizioni e origini lontane e vivendo sotto lo stesso cielo gli interpreti si scoprono sorprendentemente vicini. Le barriere si abbattono.

Visualizza l’opera

 

Sità Scoté

Randone Vittorio Jan

Un documentario, un album musicale, una città. Due musicisti incontrano una storia di vita legata ad un quartiere di Torino e scrivono una canzone. Altri giovani che abitano il territorio la ascoltano e si raccontano a loro volta. Il progetto “Sità Scoté” nasce nell’autunno 2017 con l’obiettivo di promuovere attraverso la musica l’inclusione sociale e il protagonismo giovanile a partire dai quartieri di Borgo San Paolo, Madonna di Campagna, Vallette e Nizza Millefonti. Ascolta su Spotify: https://open.spotify.com/artist/0i0UX5DgVGJFblF0AOgEKV Segui su Facebook: https://www.facebook.com/sitascote/ Segui su Instagram: https://www.instagram.com/sitascote/

Visualizza l’opera

 

 

graphic

Visual e Graphic Design

Inside us

Avram Gabriel

Le seguenti foto rappresentano come abbiamo dentro di noi energie che non immaginiamo di avere, spesso le persone si sottovalutano, con un po’ di fiducia in se stessi possono dare il via ad un’esplosione di colori ed energie positive.

Visualizza l’opera

 

Il caso Caslon e l’inchiostro rubato

Cosentino Clara

Progetto: libro per bambini. Locandine, pubblicità, siti internet, libri e riviste. Cosa hanno in comune tutti questi media all’apparenza così diversi tra loro? Hanno una parte testuale e il conseguente utilizzo di font per esprimere i contenuti. Dunque la scelta del carattere da utilizzare è importante quanto quella del colore e, essendo alla base della comunicazione, merita di essere insegnata già durante la più tenera età. L’inchiostro è stato rubato e i due personaggi protagonisti del libro chiedono aiuto al giovane lettore per la ricerca del loro amico Caslon, font ormai diventato invisibile. Soltanto il bambino in possesso della “luce magica” (in dotazione con il libro) potrà leggere e visualizzare diverse lettere e, comprendendone le differenze che le contraddistinguono, riuscirà a trovare l’alto e snello Caslon.

Visualizza l’opera

 

Brand Identity Dolomiten Bier Band

Covi Lucia

Brand identity realizzata per la Dolomiten Bier Band; una Oktoberfest tribute band con sede in Italia.

Visualizza l’opera

 

Forma Comune

DeLuca Daniele

Campagna di comunicazione visiva per progetto formativo per gli amministratori locali del Piemonte, 2017.

Visualizza l’opera

 

Identità Visuale per Musei Civici di Verona

Iacono Aurora

Identità Visuale per il Nuovo Sistema Museale Unificato della rete Civica di Verona

Visualizza l’opera

 

ForestNation Guardians

Lusoli Greta

Concept e realizzazione di una serie di prodotti 

Visualizza l’opera

 

Marketers Festival – Visual Identity

Morano Luca

Sinergia, Concretezza, Sviluppo: ecco i valori della nostra identità visivA per l’edizione 2018 del Marketers Festival.

Visualizza l’opera

 

Feasty – Visual & Strategic Brand Book

Pelà Andrea

Idea di business, progettazione del brand, sviluppo dell’app

Visualizza l’opera

 

cre(d)o

Ranghino Miriana

Cre(do) è un libro di 16 pagine realizzato per un esame scolastico. Vuole dimostrare a tutti quelli che sostengono il motto “ creativi si nasce e non si diventa” che si sbagliano.

Visualizza l’opera

 

Antico Doge

Raso Rosa Maria

Un progetto personale su un ipotetico e antico negozio di antiquariato a Venezia.

Visualizza l’opera

 

Manuale del logo VisitCefalu

Russano Sara

Il manuale del logo VisitCefalu evidenzia le scelte stilistiche e progettuali per la realizzazione dello stesso e le sue possibili applicazioni, quali l’immagine coordinata con la carta intestata e la busta, il biglietto da visita, il notebook, i gadget quali la matita, la gomma, le T-Shirt e l’implementazione del banner web con i prodotti editoriali.

Visualizza l’opera

 

VR

Gaming, Realtà Aumentata e VR

Matherialize

Francavilla Anna

Applicazione per smartphone, tablet e computer che sfrutta la realtà aumentata per fornire un supporto alla studio ed alla comprensione della matematica.

Visualizza l’opera

 

VRtigo

Gasca Federico

VRtigo è un’applicazione che vuole rivoluzionare gli standard cinematografici facendo immergere a 360° il pubblico nel magico mondo della settima arte, e non solo. Giovani filmmaker, cinefili e appassionati di tutto il mondo coesistono in un unico ambiente formando una grande community dove sarà possibile provare sulla propria pelle esperienze coinvolgenti in realtà virtuale, scambiarsi opinioni sui film, video musicali, cortometraggi e imparare il mestiere dell’arte cinematografica attraverso incredibili set tridimensionali creati dal team VRtigo.

Visualizza l’opera

 

web

Web, App e IoT

MCGS – Motion Captured Gesture Sonification

Cino Federica

Dispositivo per la sonorizzazione del gesto in contesto performativo-artistico.

Visualizza l’opera

 

AnyPark

Cola Mario

AnyPark è l’app per trovare parcheggio e pagare la sosta senza commissioni.

Visualizza l’opera

 

GiocondaLabs

Ferraro Michele

Uno strumento che supporta la mappatura, tracciabilità e verifica dell’autenticità delle opere d’arte

Visualizza l’opera

 

Guesswhere

Galli Alberto

Guesswhere è un servizio di pianificazione viaggi in Europa che pone come elemento chiave del proprio progetto la sorpresa.

Visualizza l’opera

 

Domosys: An home automation app concept

Garzena Federico

Il nostro progetto è stato fatto per Domosys, un servizio di domotica. L’obiettivo principale è stato quello di progettare e disegnare la user experience e la user interface dell’applicazione mobile.

Visualizza l’opera

 

Cucinoio

Lingua Matteo

Sviluppo di un applicazione di cucina

Visualizza l’opera

 

TipsTheater

Passalacqua Valentina

TipsTheater è una piazza virtuale per chi cerca cultura e spettacolo; è il TripAdvisor del teatro: una piattaforma web dedicata a spettatori, artisti e operatori culturali le cui esigenze, proprio attraverso la piattaforma, si incrociano e innescano un circolo virtuoso. Il passaparola culturale è alla base di TipsTheater: crediamo in un dialogo tra chi produce cultura e chi ne fruisce; crediamo nella cultura come sistema aperto, accessibile e in ascolto del proprio pubblico. Ecco un breve clip di presentazione: https://vimeo.com/252321681

Visualizza l’opera

 

métèopathic

Robaldo Diego

App meteo irriverente, diversa e creativa

Visualizza l’opera

 

IL GIARDINO IDEALE

Ropelato Michele

Nelle precedenti esperienze professionali, ho potuto constatare che nei primi colloqui possono nascere difficoltà comunicative tra cliente e committente. Il cliente medio non ha una conoscenza vasta dell’ortobotanica, per cui ha difficoltà ad identificare i suoi bisogni e comunicarli al progettista. L’idea quindi è quella di introdurre nel rapporto cliente-committente tutta la praticità che offre lo shopping virtuale, attraverso l’utilizzo di immagini di riferimento o icone rappresentative, permettendo così al cliente di fare la spesa su un carrello virtuale in una specie di supermarket del verde. La fase iniziale di esposizione dei desiderata, diventa in tal modo più attrattiva per il cliente, che ha la possibilità di sfogliare le librerie dei principali item che compongono il progetto del giardino (Alberi, Cespugli, Fiori, Essenze, Fontane, Elementi Costruttivi, Laghetti,…) con una specifica applicazione web sul sito dell’impresa. L’idea del sito è che sia interattivo, dove i clienti possano navigare tra gli elementi vegetali e costruttivi che costituiscono il giardino e tramite queste immagini di riferimento possano scegliere l’input che li ispira di più. Una volta creato questo “carrello della spesa” entra la figura del progettista che mette in ordine i desideri del cliente, trovando la giusta composizione, forma e quantità per ogni progetto in modo personalizzato. Le immagini sono solo un riferimento del desiderio del cliente. Per esempio una volta scelto l’inserimento del laghetto in stile organico oppure contemporaneo nel giardino il progettista va avanti con le dimensioni, forme e posizione ideale per il giardino in specifico. Questa fase può essere gestita autonomamente dal cliente collegandosi al sito oppure può realizzarsi durante l’incontro iniziale tra progettista e committente, tramite l’utilizzo del touch-screen di un tablet. Il carrello della spesa virtuale compone la lista dei desideri del cliente e crea il suo “Giardino Ideale”. Con l’ausilio della tecnologia è possibile quindi ottenere un passaggio di informazioni più efficace tra committente e progettista e nel contempo creare un gioco che renda più eccitante il primo approccio al progetto del giardino. Lo shopping virtuale del Giardino Ideale può solleticare l’appetito sia del cliente bulimico che di quello inappetente: infatti il primo riuscirà finalmente a saziarsi tra le innumerevoli scelte delle librerie virtuali, mentre il secondo troverà l’ispirazione per esprimere i propri desideri. Inoltre l’utilizzo di immagine iconiche elimina l’impasse comunicativa che può talvolta generarsi a causa della complessa nomenclatura orto botanica (“come si chiama quella pianta con le foglie rosse a punta?”). D’altra parte l’utilizzo a distanza di questa applicazione rende possibile ampliare il potenziale mercato a cui si rivolge l’impresa.

Visualizza l’opera

 

Back to top